Perché le diete danno pochi risultati e possono anche farti ingrassare

PER FARE IL TEST DEL BIOTIPO ➡ CLICCA QUI

PER ACQUISTARE IL LIBRO IN OFFERTA ➡ CLICCA QUI

In questo video si affronta un argomento di grande interesse: perché le diete a volte non funzionano e anzi possono anche fare ingrassare.
Sono state individuate 8 conseguenze a cui possono portare le diete e sono le seguenti:

⛔ spesso non fanno dimagrire realmente, bensì determinano una perdita di peso momentanea e non duratura;
⛔ le diete sbagliate rallentano il metabolismo;
⛔ l’effetto yo – yo, che consiste in un continuo altalenarsi tra perdita di peso e acquisizione dello stesso;
⛔ la fame aumenta;
⛔ il rischio di carenze nutrizionali;
⛔ i disturbi aumentano;
⛔ l’estetica ne risente;
⛔ insorge lo stress psicologico.

Per avere un dimagrimento reale, duraturo e nel rispetto della salute ci sono 7 linee guida fondamentali che occorre seguire:

✅ lascia stare il termine dieta;
✅ fatti aiutare dal tuo biotipo;
✅ disintossicati
✅ affidati ad un programma completo;
✅ sforzo e restrizioni non ti daranno dei risultati;
✅ i benefici devono esserci anche per la salute e per l’estetica;
✅ la gradualità ti farà avere risultati duraturi.

Oltre a queste ci sono altri due elementi in grado di aiutare l’organismo ad eliminare le zavorre che gli impediscono di perdere peso e cioè come avere un programma depurativo e come individuare il proprio biotipo. Il primo si avvale del protocollo 21 x 3, che permette di cominciare un’adeguata depurazione in maniera semplice, economica, senza sacrifici e autonomamente.
Per quanto riguarda l’individuazione del biotipo occorre fare un test gratuito e immediato.

I biotipi Oberhammer sono 4:
1. biotipo Aria o cortisolico
2. biotipo Acqua o vasopressinico
3. biotipo Terra o somatotropinico
4. biotipo Fuoco o adrenalinico.

SIMONA OBERHAMMER
Naturopata, autrice del best seller Mondadori
“Guarigione naturale con i 4 biotipi Oberhammer”

Trascrizione del video per non udenti

Perché le diete danno pochi risultati?

Ciao, sono Simona Oberhammer, autrice del bestseller Mondadori “Guarigione naturale con i 4 biotipi Oberhammer” e in questo video voglio spiegarti perché le diete danno spesso pochi risultati e possono anche farti ingrassare. Poi ti darò 7 linee guida fondamentali per evitare, uno, di fare fatica a dimagrire e, due, di dimagrire e poi, come succede spesso, appena abbandoni la dieta che stavi seguendo, di ritornare alla situazione di prima, quindi di riprendere peso. Forse sei anche tu tra le persone che dicono frasi del tipo: “Non ne posso più di stare a dieta”, “Mangio poco eppure ingrasso”, “Avevo perso peso, ma finita la dieta l’ho ripreso tutto”, “Dovrei mettermi a dieta, ma non ne ho voglia”.

Bisogna dire che la frequenza con cui si iniziano e si interrompono le diete è davvero altissima. La realtà è che molte persone seguono le diete, ma non ottengono dei veri risultati oppure li ottengono per un breve periodo per poi perderli poco dopo, aver fatto tanta fatica.

Le diete hanno una caratteristica: che molto spesso non si dimostrano all’altezza delle aspettative, particolarmente non garantiscono i risultati a lungo termine. E adesso vediamo le 8 conseguenze tipiche di molte diete.

Le diete spesso non fanno dimagrire realmente

Primo, con le diete spesso non si dimagrisce realmente e per spiegarti questo prima di tutto ti voglio parlare della differenza tra perdere peso e dimagrire.

Ora, quando tu perdi peso, cioè quando vai sulla bilancia per pesarti e vedi l’ago della bilancia che è calato, non è detto che tu abbia perso del grasso, della massa grassa, ma potresti aver perso anche del muscolo o dell’acqua. Quando invece dimagrisci, in quel caso hai realmente perso massa grassa, cioè hai realmente eliminato del grasso. È tipico delle diete che fanno calare troppo in fretta di eliminare muscoli e acqua piuttosto che grasso, però questi chili vengono recuperati molto facilmente.

Considera che una reale perdita di grasso si aggira intorno ai 250 – 500 grammi alla settimana. Questa è una perdita di grasso che il nostro organismo è in grado di sostenere. Quindi tutte le diete che ti permettono di perdere 5, 6 o ancora più chili in un mese sono fatte apporta per farti ingrassare, perché quando tu perdi peso e non dimagrisci realmente, cioè non elimini la massa grassa, significa che anziché dimagrire ingrassi. Infatti, quando si va a disidratare l’organismo o si vanno a disidratare i tessuti, questo peso viene ripreso immediatamente e in più l’organismo ha subito un danno, perché ha perso anche dei preziosi minerali con questa disidratazione e ha peggiorato il suo stato di salute.

Il metabolismo rallenta con le diete sbagliate

Ma ti dirò di più: quando tu vai a ridurre i muscoli con una dieta drastica, non solo farai fatica a riprendere i tuoi muscoli, ma porterai il tuo organismo in una modalità “prendi peso” e questo perché – veniamo al punto 2 – con le diete sbagliate il metabolismo rallenta. Prima di tutto se hai perso dei muscoli, i muscoli sono quelli che mantengono attivo ed elevato il tuo metabolismo. Se questi muscoli con una dieta sbagliata si sono ridotti, il tuo metabolismo inizierà ad andare più lentamente, in modo più rallentato, a bruciare di meno e quindi qualsiasi cosa tu mangi tendi ad ingrassare. In sostanza, se tu fai una dieta molto drastica e perdi molti chili in modo sbagliato, predisponi il tuo organismo a consumare meno calorie e di conseguenza a diventare una macchina fabbrica – grasso e ti ritrovi a dire “Qualsiasi cosa mangio ingrasso, qualsiasi dieta faccio non dimagrisco”.

Trascrizione del video per non udenti

Inoltre c’è di più: se la dieta è molto restrittiva, l’organismo, che non ama queste aggressioni alla propria sopravvivenza, mette in atto l’unica difesa che conosce: rallentare il metabolismo. Quindi ciò che prima veniva bruciato subito come energia viene ora trasformato dall’organismo in scorte alimentari, che mette da parte perché si sente aggredito e quindi mette da parte delle scorte per tutelarsi.

Considera che quando il corpo viene sottoposto ad una dieta rigida e drastica, si sente proprio come in stato di assedio e con un apporto ridotto di cibo o con meno calorie da bruciare, l’organismo ha solo questa soluzione: abbassare il metabolismo, rallentare, consumare di meno. Quindi a forza di mangiare poco, a forza di affamarsi, il metabolismo si abitua a diventare sempre più lento, a diventare sempre più pigro e si giostra con le poche calorie che ha a disposizione. Quindi a quel punto qualsiasi dieta tu faccia non ti fa dimagrire. E quando magari preso dalla fame in un momento di disperazione ti concedi anche solo un piccolo sgarro alimentare, il corpo sarà ben felice di immagazzinare subito questo surplus calorico e di tenerselo ben stretto prima di bruciarlo inutilmente.

L’effetto yo – yo

Terza conseguenza delle diete sbagliate è l’effetto yo – yo. L’effetto yo – yo o l’effetto fisarmonica è un’oscillazione di peso: prendo peso, perdo peso, prendo peso, perdo peso e in pratica seguire periodicamente delle diete alternandole a peridi senza controllo porta il peso a diminuire e ad aumentare con una oscillazione che è definita effetto yo –  yo. Il risultato è che si fanno tanti sacrifici e si hanno davvero pochi, anzi nessun beneficio. Ci si affama per certi periodi o si va in dei regimi squilibrati o drastici e poi, quando si ritorna nel mangiare normalmente, l’organismo prende tutto quello che può, perché sii è sentito precedentemente sotto assedio. Il risultato è che si ingrassa rapidamente con l’aggiunta purtroppo anche di qualche chiletto in più rispetto a prima. Poi ci si rimette a dieta e quindi la storia si ripete, però ripetizione dopo ripetizione il peso spesso nel tempo e negli anni tende sempre di più ad aumentare. Inoltre considera che l’effetto yo – yo è anche più pericoloso per l’organismo di un sovrappeso che è stabile. Infatti è meglio per esempio qualche chilo in più, però stabile anziché un’altalena tra chili persi e chili ripresi, chili persi e chili ripresi, perché questa alternanza rappresenta per l’organismo davvero un fortissimo stress. E a lungo andare si possono anche manifestare disturbi quali, per esempio, perdita di capelli, pressione alta, osteoporosi, depressione e tanti altri ancora, fra i quali la stanchezza: sentirsi stanchi, non avere energie, sentirsi affaticati e i problemi intestinali, per esempio stitichezza.

La fame aumenta

La quarta conseguenza di molte diete è che la fame aumenta. Quando ci si sottopone costantemente a dei sacrifici alimentari nel periodo successivo ci si ritrova con un appetito che aumenta smisuratamente. Quindi la tendenza a mangiare per esempio, fuori pasto o svegliarsi la notte e mangiare o avere voglia troppo di dolci o a volere mangiare più del normale.

Il rischio di carenze nutrizionali

La quinta conseguenza è il rischio di carenze nutrizionali. Quando l’alimentazione non è corretta, quando ci si sottopone a delle diete che non sono equilibrate o a dei regimi che portano a delle perdite di peso che non sono fisiologiche, come ti ho spiegato, ecco che scattano le carenze nutrizionali. Possono esserci carenze di minerali, carenze di vitamine, carenze di aminoacidi, carenze di enzimi, cioè carenze di tutto quello che serve al nostro organismo per essere sano, per stare bene.

Trascrizione del video per non udenti

I disturbi aumentano

Sesto: aumentano i disturbi. Un calo di peso che non è fatto in modo equilibrato, per esempio, può aumentare fortemente la stitichezza, causando poi problemi a catena, perché quando l’organismo si trova a dover combattere la stitichezza, più difficilmente riesce anche ad attivare i meccanismi della perdita di peso.

Altri disturbi possono riguardare qualsiasi organo del nostro corpo, perché quando non riceviamo il cibo in modo equilibrato, tutto il corpo entra in uno stato di squilibrio e quindi è meno sano.

L’estetica ne risente

Settimo: l’estetica ne risente. Quando ci sono delle diete non adatte al nostro organismo, la bellezza per esempio della pelle viene persa, perché aumenta per esempio la pelle secca, le smagliature, i tessuti perdono di tonicità, compaiono più facilmente le rughe, per esempio quando l’organismo viene fortemente disidratato e anche la pelle diventa meno luminosa e tende ad essere più affaticata, più spenta, più stanca. Devo dire che con le diete e con una perdita di peso non corretta la pelle subisce i peggiori attentati e tante volte magari si è perso peso, si è contenti di aver perso tempo, perché si vede l’ago della bilancia che è sceso e le persone magari dicono: “Ma come sei sciupato”.

Lo stress psicologico

Otto, l’ottava conseguenza è uno stress psicologico. Quando si sopprime un rapporto normale, spontaneo tra il cibo e l’appetito e anche i propri gusti, i propri desideri, il proprio piacere nel cibo e ci si costringe ad un’alimentazione forzata, impostata sulle quantità, sulle proporzioni, sul mangiare cose che non piacciono, sul sentirsi spesso affamati, oltre alle conseguenze sul piano fisico, si verifica anche una vera e propria violenza psicologica e una inibizione del proprio istinto, delle proprie esigenze. Un dimagrimento ottenuto in questo modo crea delle conseguenze emotive gravi e spesso porta le persone, terminata la dieta, a mangiare molto, molto di più. E inoltre ci si sente anche frustrati, perché le forti privazioni restrittive di molte diete dimagranti incidono sull’umore. Queste provocano insofferenza, provocano frustrazione, perché non ci si sente liberi, perché bisogna costringersi e poi si crea un circolo vizioso. Dopo queste diete, dopo il primo momento, i primi risultati si vede che il problema ritorna, che si riprende peso e quindi la frustrazione aumenta. E con questa inizia lo sconforto, inizia magari anche un nervosismo costante, un senso di irritabilità, che guarda caso porta poi a mangiare di più o mangiare il cibo non adatto al proprio benessere, per esempio eccedere con dolci, con zuccheri o con cibi che non sono sani.

Le linee guida per un dimagrimento duraturo

E adesso voglio fare una verifica con te prima di proseguire e di darti le linee guida. Allora ti voglio chiedere questo: tu vuoi un dimagrimento con dei risultati sicuri nel tempo, nel lungo termine oppure vuoi un dimagrimento veloce e immediato? Allora, se tu vuoi un dimagrimento con risultati sicuri nel tempo, le linee guida che ti darò soltanto per te. Se invece vuoi un dimagrimento veloce e immediato, le linee guida non ti servono e abbandona semplicemente questo video.

Bene, se adesso sei ancora qui con me, ti spiego le sette linee guida che sono fondamentali per ottenere un vero e definitivo risultato.

Trascrizione del video per non udenti

Questi consigli provengono da Biotipi Club, che è il mio spazio online dove tengo dei videocorsi sul mio metodo Biotipi Oberhammer, dove insegno tutto quello che serve per raggiungere una guarigione naturale e, se serve, dimagrire, perché il dimagrimento per essere definito e fatto in modo sano deve prima di tutto inserirsi in uno spazio che riguarda la salute, il benessere. Queste linee guida ascoltale bene, perché ti permetteranno di uscire dai soliti programmino e dai soliti stereotipi delle diete.

Prima linea guida: lascia stare il termine dieta

Prima linea guida: lascia stare il termine dieta. E ti faccio una domanda: se tu dici: “Devo mettermi a dieta”, con questa frase senti che farai qualcosa di piacevole o di faticoso, che potrai mangiare quello che ti piace o che dovrai sforzarti? Penso che tu sarai d’accordo con me, almeno che tu non sia masochista, che il termine dieta non evoca delle situazioni piacevoli, quelle situazioni in cui siamo liberi di mangiare ciò che preferiamo e gustarci il cibo. Forse adesso mi potresti obiettare: “Ma, Simona, il termine dieta non ha questo significato sul dizionario”. E io ti dico sì, è vero, hai ragione, ma la verità è che le parole ci influenzano in base alle sensazioni che evocano nella nostra testa e dieta ormai non collegato al mangiare bene, ma è collegato a fare un sacrificio. E sai che cosa succede dentro di noi ogni volta che sappiamo di dover compiere dei sacrifici? Sotto scriviamo il nostro fallimento. Io infatti, come scoprirai nelle linee guida successive a questa, non credo nella fatica, perché non porta da nessuna parte.

Del resto è pieno di persone che fanno fatica, ma non è pieno altrettanto di  persone felici del risultato che hanno raggiunto e soprattutto che li mantengono nel tempo. Quindi, quando io ho ideato i miei metodi e più precisamente il metodo biotipi Oberhammer ho sottoscritto, davvero sottoscritto, una promessa: cancellare il pericoloso termine dieta dal vocabolario dei miei metodi, perché non volevo proprio instillare nelle persone un cattivo seme, perché sapevo che con questa parola li avrei condizionati in negativo fin da subito.

Seconda linea guida: fatti aiutare dal tuo biotipo

Seconda linea guida: fatti aiutare dal tuo biotipo. Ti ricordo che se ancora non conosci il tuo biotipo, quindi sei nuovo di questo canale, alla fine di questo video ti indicherò come individuare il tuo biotipo molto facilmente con un semplicissimo test gratuito. Adesso rimani con me e proseguiamo.

Ognuno deve dimagrire in base alle proprie caratteristiche e nel mio metodo biotipi Oberhammer ci sono 4 biotipi. Ognuno di questi biotipi è molto molto diverso dagli altri. Per esempio c’è il biotipo Aria, che è il biotipo cortisolico, che tende ad essere magro e con una struttura esile e ad ingrassare soprattutto nella pancia. C’è il biotipo Acqua o biotipo vasopressinico che invece tende a trattenere i liquidi e ad ingrassare più nelle cosce o ad avere per esempio più cellulite, perché trattiene i liquidi. C’è il biotipo Terra o biotipo somatotropinico, che tende ad ingrassare soprattutto nella parte superiore e più facilmente per esempio del biotipo Aria tende ad accumulare peso. C’è il biotipo Fuoco o biotipo adrenalinico che tende ad ingrassare un po’ in tutto il corpo ma, come il biotipo Aria, tende a prendere meno peso appunto del biotipo Acqua o del biotipo Terra.

Trascrizione del video per non udenti

Quindi ci sono delle tipologie, che io definisco biotipi, che hanno delle modalità completamente diverse di prendere peso e quindi anche perdere peso e di gestire il proprio peso. Ed è importante che tu non segua qualcosa di generico, ma che tu consideri che individuare la tua tipologia, il tuo biotipo è il primo fondamentale passo. E prima di passare alla linea guida successiva, ti dico che se vuoi guardare un intero video completo, che ti spiega i 4 biotipi e il modo che ha ognuno di questi biotipi di ingrassare, qui trovi un video che ti spiega tutto quanto.

Terza linea guida: disintossicati

Terza linea guida: disintossicati! L’organismo, per perdere peso facilmente e per perdere peso agevolmente, ha bisogno di eliminare le sue scorie, ha bisogno di eliminare le sue tossine, perché quando l’organismo è appesantito da scorie difficilmente riesce a mettere in atto quel meccanismo di eliminare i grassi, che non è un meccanismo semplice, è un meccanismo faticoso per l’organismo. Quindi, se è affaticato dalle sue scorie e dalle sue tossine, sarà più difficile per l’organismo perdere peso. E nel mio metodo ognuno dei 4 biotipi è caratterizzato da delle scorie, delle tossine che sono tipiche di ogni biotipo. E conoscendo il proprio biotipo, sarà più facile perdere le scorie ed entrare nella modalità perdi peso.

Quarta linea guida: affidati ad un programma completo

Quarto: affidati ad un programma completo, ovvero non un programma che comprende soltanto una dieta, ma un programma che comprende per te un mix di interventi che ti possono dare un bel risultato senza farti fare particolare fatica.

Per spiegarti cosa intendo per programma completo, ti voglio mostrare quello che è il tempio del benessere nel mio metodo, così te lo faccio comprendere. Nel mio metodo la prima cosa che deve essere fatta per ottenere un dimagrimento che dia risultati è scoprire il proprio biotipo, come ti insegnerò tra poco. Ma poi ci sono nel tempo del benessere, dopo la scoperta del proprio biotipo, che è la base, ci sono anche i pilastri. E questi pilastri quali sono? Sono l’alimentazione, i rimedi naturali e lo stile di vita. Quindi, come puoi vedere, non c’è solo l’alimentazione, non si parla solo di fare una dieta, perché se noi mettiamo tutto l’impegno qui, sarà molto impegnativo, molto difficile ottenere un risultato. Ma se noi utilizziamo i tre pilastri contemporaneamente insieme, diventerà invece molto più facile, molto meno faticoso. E ti ricordo che usare i tre pilastri insieme non significa molto dell’alimentazione, molto dei rimedi naturali, per esempio utilizzando tantissimi integratori oppure molto dello stile di vita, per esempio, dovendo fare tantissimo sport. No, perché ognuno di questi, messi vicini, insieme all’interno del tempio del benessere, ti permettono di ottenere un’azione sinergica, ovvero si potenziano l’uno con l’altro e ti danno un buon risultato. Poi però tutto questo dovrà essere sotto il tetto della disintossicazione. Infatti nel mio metodo, come ti ho detto nella linea guida numero 3, la disintossicazione è fondamentale, perché tutto quello che tu fai, il cibo che mangi, gli integratori che assumi, il movimento che vai a fare, se il tuo corpo è intossicato, sarà molto molto più difficile, perché avrai una zavorra sul tuo organismo, avrai dei limiti che verranno posti al tuo organismo proprio perché queste scorie presenti nell’organismo rendono tutto più faticoso. Inceppano la macchina, mettono i bastoni tra le ruote, sono dei pesi inutili che devono essere portati.

Quindi questo è un esempio di quello che io dico: affidati a un programma completo, non fare una cosa sola, non fare solo la dieta, perché facendo la dieta fai tanta fatica, vivi una vita sgradevole, perché a nessuno piace sentirsi affamato, dovere contare quello che mangia, non potere andare al ristorante e ordinare un piatto che piace, essere costretti a mangiare cibi che non sono gradevoli. Ecco, se stai solo nell’alimentazione o solo nella dieta arrivi a quello e per questo io non credo nelle diete.

Trascrizione del video per non udenti

E un’altra caratteristica del tempio del benessere perché funzioni è quella di usare una tecnica, che io considero fondamentale nel mio metodo, che è il poco ma ottimo. Cosa significa? Significa che non devi fare tante cose, ma devi fare il poco di ogni cosa e ti spiegherò alla fine di questo video una possibilità di fare una disintossicazione con la tecnica del poco ma ottimo che potrai cominciare da subito e fare facilmente a casa.

Quinta linea guida: sforzo e restrizioni non ti daranno dei risultati

Quinta linea guida: sforzo e restrizioni non ti daranno dei risultai. Io non credo assolutamente dei risultati ottenuti con lo sforzo, ottenuti facendo cose che non piacciono, ottenuti obbligandosi. Non credo in questo. E tutto il mio metodo, che porta alla guarigione naturale con i 4 biotipi Oberhammer, è basato su questo, sul fare cose che piacciono, sul fare cose facile, sul fare quel poco ma ottimo che ti dà davvero il risultato, perché io dico sempre che la vita è troppo corta per doverci sforzare e sacrificare troppo e perché già ci stiamo impegnando in tanti ambiti della vita e quindi i risultati, se li possiamo ottenere in modo più facile, perché dobbiamo fare fatica quando li possiamo ottenere in modo più facile?

I due elementi fondamentali del mio metodo del fare poco sforzo e ottenere i risultati si chiamano, uno, circoli postivi e, due, regola 80 – 20. Allora, questi termini non ti daranno niente adesso, però potrai trovare un video sui circoli positivi, che trovi qui, e un video sulla regola 80 – 20, che trovi qui, che ti spiegano come fare per fare poco sforzo e ottenere i risultati.

Sesta linea guida: i benefici devono esserci anche per la salute e l’estetica

Sei, la sesta linea guida è questa: i benefici devono esserci anche per la salute e l’estetica, ovvero non ci può essere un dimagrimento vero, reale, dove hai perso massa grassa e che si mantiene nel tempo se non c’è stato anche un beneficio a livello della tua guarigione naturale e anche a livello della tua estetica. Infatti, quando il dimagrimento è ben fatto, migliora la salute, migliorano per esempio quelli che sono i valori che trovi nelle analisi del sangue, potresti avere problemi di colesterolo e di trigliceridi, potresti avere una carenza di ferro, potrebbe mancare della vitamina D. Cioè gli esami del sangue migliorano, ma anche il benessere dell’organismo, per esempio devi sentire la parte più sgonfia, devi migliorare la funzionalità urinaria, cioè il tuo organismo deve stare meglio. Nel contempo il corpo deve diventare più comodo, perché se tu dimagrisci e il corpo perde la sua tonicità, non c’è stato un buon dimagrimento e così la pelle deve diventare più compatta, più turgida, più bella, più luminosa, perché se fai un programma completo, il dimagrimento diventa parte di un programma di benessere e inoltre ti devi sentire bene, devi sentire che l’energia migliora, devi sentire che hai un senso di benessere e non un senso di benessere solo perché vai sulla bilancia e vedi che pesi di meno, ma un senso di benessere generale, reale. In questo caso si parla di vera e propria guarigione naturale. E la guarigione naturale è la base su cui io ho impostato i miei metodi perché, se non c’è guarigione naturale, è difficile ottenere dei risultati, che siano a livello di perdita di peso, a livello di salute o a livello di estetica.

Settima linea guida: la gradualità ti farà avere risultati per sempre

Settima linea guida: la gradualità ti farà avere risultati per sempre. Io consiglio sempre di diffidare – dico diffidare – delle proposte di dimagrimento rapido o veloce, perché si ottengono risultati sul momento per poi pagare gli interessi e pagarli caramente dopo.

Trascrizione del video per non udenti

Pensa che c’è una ricerca pubblicata sul New England Journal Medicine che ha dimostrato che l’organismo si affeziona ostinatamente al suo peso, pur non di perderlo e risparmiare le calorie quando si entra in queste diete drastiche. È sempre svantaggioso perdere peso velocemente. Puoi vincere sul momento, ma veramente perdi, perdi notevolmente nel tempo e penso che il tuo obiettivo sia di essere magro, non di essere magro per un mese, ma di essere magro definitivamente. Io credo tanto nella gradualità che nel mio Biotipi Club, nel mio spazio online dove con videocorsi insegno tutti i miei metodi, insegno a mangiare bene, insegno a fare i movimenti giusti, insegno quali integratori assumere, insegno tutti gli elementi del programma completo, ecco, in Biotipi Club io do i contenuti poco alla volta, mese per mese, perché so ormai dopo anni di esperienza, pensa che la mia esperienza per creare questo metodo viene da 23 anni di esperienza, io so dopo anni di esperienza che se si fanno le cose velocemente, non si ottengono risultati, perché il nostro organismo non vuole essere aggredito. È molto più facile dargli un primo cambiamento, poi lasciarlo abituare e poi dargli un nuovo cambiamento, lasciarlo abituare e dargli un altro cambiamento, lasciarlo abituare e sai cosa succede facendo in questo modo? Succede che tu adotti delle abitudini sane, che il tuo corpo comincia a star bene, che il peso viene perso senza che tu te ne accorgi, perché entri con questa gradualità in una dimensione di benessere che con la drasticità invece il tuo organismo rifiuta, ma anche la tua mente rifiuta. Quindi sono per questi cambiamenti facili, semplici, fatti un po’ alla volta e quindi la gradualità ti darà quello che è un risultato per sempre e anche in tempi molto più veloci di quello che potresti immaginare.

Bene, e adesso che ti ho spiegato le 7 linee guida ti do 2 elementi importanti: come avere un programma depurativo per aiutare subito il tuo organismo a eliminare quelle zavorre che non gli permettono di perdere peso e come individuare il tuo biotipo.

Il programma depurativo

Il programma depurativo lo trovi qui sul mio libro “Guarigione naturale con i 4 biotipi Oberhammer”. In questo libro troverai la descrizione del mondo dei biotipi e inoltre troverai il protocollo 21 x 3, che è un protocollo da applicare da subito. Lo trovi più precisamente a pagina 345 e questo protocollo 21 x 3, che ormai è applicato da migliaia di persone, ti permette di cominciare immediatamente la depurazione a casa tua in modo economico, facile e senza sacrifici, perché sai che non mi piacciono. Questo libro può essere acquistato in qualsiasi libreria perché è edito da Mondadori oppure nel link qui in descrizione trovi la possibilità di acquistarlo online con uno sconto.

Il test per individuare il proprio biotipo

E adesso veniamo al test se ancora non conosci il tuo biotipo. E’ un test molto semplice, che farai in pochi minuti, completamente gratuito e dopo aver fatto questo test potrai accedere a tre video completamente gratuiti sui biotipi per cominciare il metodo e anche un rilassamento guidato dalla mia voce con una musica particolare per il tuo biotipo. Il test lo trovi nel link qui sotto e potrai accedere immediatamente.

Bene, per questo video è tutto. Se questo video ti è piaciuto, ti ringrazio s emi metterai un “mi piace”. Se non lo hai ancora fatto, ti ricordo di iscriverti al mio canale Youtube per ricevere tutti i miei aggiornamenti. Se stai guardando questo video da smartphone, clicca sulla campanella per ricevere una notifica ogni volta che esce un mio nuovo video.

Bene, ti aspetto subito al test. Ciao.

 

Commenta con Facebook o con la tua Email