Menopausa: come evitare secchezza vaginale, vampate e incontinenza con la Ginnastica Pelvica

https://www.youtube.com/watch?v=JRkqE4TMCAk&t=3s

Per ricevere i video gratuiti sulla Ginnastica Intima ➡ CLICCA QUI

In questo video viene spiegato come affrontare nel migliore dei modi i disturbi derivanti dalla menopausa. In questo periodo le donne hanno le cosiddette vampate, molto fastidiose, soffrono di secchezza vaginale, bruciori intimi e hanno la vescica iperattiva.

Gli esercizi di ginnastica intima sono una valida risposta a tutta questa serie di fastidi. Si tratta di esercizi semplici da fare, discreti, sono detti invisibili, proprio perché possono essere fatti in qualsiasi momento senza che le altre persone se ne accorgano e sono molto veloci, possono essere fatti davvero in pochi minuti.

Questi esercizi lavorano sul pavimento pelvico, aumentando la sua tonicità, risolvendo così il problema dell’incontinenza urinaria, la sua irrorazione e vascolarizzazione, risolvendo così il problema della secchezza vaginale, che rende dolorosi e difficili i rapporti sessuali. Oltretutto agiscono anche sulla zona lombo – sacrale, riducendo i dolori alla schiena e rendendo l’andatura più armonica e fluida.

Trascrizione del video per non udenti

Ciao, sono Simona Oberhammer e in questo video voglio parlarti di una ginnastica, che è molto utile per affrontare i disturbi della menopausa, per esempio le vampate, la secchezza vaginale, i bruciori intimi o la vescica iperattiva. Comunque è utile in generale per mantenere uno stato di benessere nella fase della menopausa. Il nome di questa ginnastica è ginnastica pelvica o ginnastica intima e lavora sulla muscolatura pelvica. Riguardo a questa ginnastica ti illustro i suoi  benefici in caso di menopausa. Ti voglio dare i qualche informazione generale sui disturbi della menopausa e su come la ginnastica intima, ginnastica pelvica può aiutarti.

I disturbi della menopausa

Allora, riguardo ai disturbi della menopausa devo dire che io ascolto spesso delle donne. Io lavoro molto con le donne. Spesso sento, ad esempio durante le mie conferenze o durante i miei corsi, frasi tipo: “Da quando è iniziata la menopausa, non sto più bene, vorrei trovare un aiuto naturale” oppure: “I disturbi della menopausa mi infastidiscono molto”. Molte dicono: “Sono già iniziati con la pre – menopausa”. Oppure le vampate, mi parlano delle vampate che arrivano di notte, che danno fastidio, che non fanno dormire, che di giorno portano a togliersi i vestiti, poi a rimetterli, fanno sudare tanto anche in estate. E poi, ad esempio, durante la menopausa inizia la secchezza vaginale. Dicono appunto: “Sento un bruciore intimo continuo”. Con la secchezza vaginale sono più difficili i rapporti sessuali, diventano più dolorosi, la penetrazione è più difficile. E anche che sentono un calo del desiderio sessuale e quindi non sentono più la voglia sessuale di prima. Oppure che durante la menopausa la vescica diventa iperattiva, ovvero si ha più bisogno di trovare una toilette, perché si ha un bisogno urgente appunto di urinare oppure di notte bisogna alzarsi più volte. Oppure ancora, per esempio, mi raccontano che si sentono come l’addome che tende ad essere meno tonico, magari mi dicono: “Faccio ginnastica, ma quella pancia rimane sempre lì”.

Trascrizione del video per non udenti

Ecco, questi sono dei disturbi della menopausa o anche della pre – menopausa, che possono iniziare dai 40 -45 anni in poi, che affliggono le donne. La menopausa veramente è diventata un po’ la paura generalizzata delle donne, ma in realtà come naturopata posso dirti che se la donna segue uno stile di vita sano e segue gli accorgimenti giusti, i disturbi della menopausa davvero possono essere ridotti moltissimo. E in questo video voglio parlarti di uno di questi rimedi, di questi aiuti, che è rappresentato proprio da questa ginnastica pelvica.

A cosa serve la ginnastica pelvica? Le vampate

Forse ti potrai chiedere in questo momento: “Ma come mi serve? Perché questa ginnastica pelvica serve, a cosa mi serve, come può servirmi?” e adesso te lo spiego.

Partiamo da un disturbo molto frequente: le vampate, le vampate o caldane, quando questo calore arriva e generalmente dal basso viene spinto verso l’alto e arriva alla testa. Ecco, le donne,  per esempio che durante i miei corsi hanno imparato gli esercizi di ginnastica intima, hanno notato che si riducono notevolmente. Si riduce notevolmente sia il fastidio della sensazione e sia la frequenza delle vampate. Perché, se si eseguono con costanza gli esercizi di ginnastica intima – e davvero ti sono richiesti pochi minuti, perché gli esercizi non sono lunghi e soprattutto li puoi fare ovunque,  sono esercizi invisibili – attraverso l’attivazione del muscolo del pavimento pelvico si crea un flusso di sangue nel verso opposto, cioè verso l’area del bacino. Ecco che viene chiamato sangue alla parte bassa del corpo e anche calore a questa parte, decongestionando la parte superiore. Quindi si decongestiona attraverso questi esercizi la zona del viso, del collo, del torace, cioè le aree che sono generalmente più colpite dalle vampate. E spesso questo calore, che viene sprigionato, beneficia proprio invece di un aumento di calore e di attività nella zona del bacino, che è quella che tende a rimanere più fredda, meno irrorata e che va in congestione, perché quando c’è una stasi sia circolatoria che linfatica a livello del bacino, è come un po’ se si formasse una palude, ovvero tendono a stazionare i liquidi senza avere  un ricambio. Per esempio, la circolazione sanguigna non riceve un nuovo flusso di sangue ossigenato e così anche la linfa tende a stazionare ed essendo quella che trasporta le scorie e le tossine, ovviamente crea una situazione per cui permangono molte tossine proprio nella zona pelvica. E quindi eliminiamo tutti i liquidi vecchi contiene e poi, quando apriamo,  facciamo arrivare fluidi nuovi, più ricchi di ossigeno, di nutrienti e quindi vitali.

La secchezza vaginale


Problemi sessuali?
Problemi ginecologici?
Problemi urologici?
Risolvili con la
Ginnastica Intima

Un altro miglioramento che ti offre la ginnastica intima in caso di menopausa riguarda la secchezza vaginale. La secchezza vaginale, quando si riducono i livelli degli estrogeni, è qualcosa che colpisce le donne frequentemente. Le colpisce anche – lo sto notando sempre di più – non soltanto nella fase della menopausa, ma anche prima, a causa dello stress. Quando la donna è molto stressata tende a soffrire più frequentemente di secchezza vaginale. La secchezza vaginale non solo causa problemi durante per esempio il rapporto sessuale, perché diventa appunto difficile la penetrazione, ma causa anche più problemi a livello dei disturbi vaginali. Può causare più facilmente abrasioni. Anche il canale vaginale è più soggetto a candidosi, a vaginiti, a leucorrea, cioè a perdite biancastre. Quindi diciamo che c’è una situazione meno sana, quando c’è una secchezza vaginale, più possibilità ad ammalarsi.

Trascrizione del video per non udenti

Con gli esercizi di ginnastica intima, invece, la lubrificazione delle mucose interne, delle mucose vaginali viene mantenuta più costante. In pratica, attraverso gli esercizi, si ha una migliore irrorazione, una migliore vascolarizzazione e quindi anche in generale una migliore lubrificazione dei tessuti. Anche i bruciori intimi traggono notevoli benefici da questi esercizi, perché quando le mucose sono ben lubrificate, si crea un ambiente salubre in generale, che protegge dalle fastidiose infiammazioni.

Perciò questi esercizi di ginnastica intima, lavorando sulla rete vascolare e dando questa irrorazione alla mucosa, la nutrono, la ossigenano e quindi la mantengono sana.

L’incontinenza urinaria

Un altro beneficio della ginnastica intima riguarda l’incontinenza urinaria o la vescica iperattiva. Quindi il bisogno per esempio di urinare frequentemente o l’emissione involontaria di piccole gocce di urina. Attraverso la ginnastica intima si evitano queste situazioni, che sono più frequenti in menopausa a causa del calo di estrogeni. Ovvero non è detto che si debba soffrire di queste situazioni, ma se c’è una predisposizione, attraverso la ginnastica intima, si evita il problema. Quindi gli esercizi aiutano a dare una buona base, un buon supporto alla vescica, ma anche all’utero. Si evitano prolassi dell’utero o ptosi, cioè leggeri abbassamenti dell’utero e anche prolassi o ptosi della vescica e si migliora notevolmente l’incontinenza urinaria, a cui purtroppo oggi viene data solo la soluzione “utilizza degli assorbenti”, che è in aiuto in quel momento, ma non è di sicuro una soluzione. Oppure la si lascia peggiorare e poi si interviene con la chirurgia. Ecco, la ginnastica intima evita questi problemi e aiuta anche in generale a sentirsi meglio. Io  per esempio nel mio metodo di ginnastica intima lavoro anche su dei movimenti del bacino. Li spiego nel mio libro e li mostro ancora meglio in un videocorso di ginnastica intima che ho creato. Per conoscere i segreti della ginnastica del pavimento pelvico, vai a questo indirizzo web, lo trovi anche in descrizione. Avrai inoltre delle informazioni sul videocorso di ginnastica intima con gli esercizi specifici per il disturbo che vuoi affrontare oppure che vuoi prevenire. In questo videocorso che si trova sul mio sito mostro gli esercizi diversi anche di questi e lavorano anche sul muovere il bacino. Quindi ci sono gli esercizi che chiamo invisibili, che puoi fare ovunque e gli esercizi in cui c’è un movimento del bacino, in cui fai gli esercizi anche pelvici contemporaneamente al movimento, che ti aiutano a liberare tutta la parte, a liberare anche la zona lombo – sacrale, riducono i dolori alla schiena, rendono l’andatura più fluida, più armonica. Cioè ti aiutano anche a vivere il tuo corpo di donna in modo migliore. E questo per me è un aspetto importante in menopausa, perché è il momento in cui invece la donna tende a sentirsi magari meno femminile, quando in realtà è semplicemente la menopausa una fase della vita, che si può vivere bene attraverso uno stile di vita sano e attraverso delle tecniche semplici e piacevoli come la ginnastica intima.

Per questo video è tutto. Se hai delle domande o dei commenti, scrivili qui sotto e io ti risponderò molto volentieri. Se hai trovato utile questo video, ti ringrazio se lo vorrai condividere, in modo che altre donne possano ricevere queste informazioni. Se non sei ancora iscritta al mio canale Youtube, ti consiglio di farlo, in modo da ricevere tutti i video in cui do informazioni sul benessere. A presto, ciao.

Trascrizione del video per non udenti

Commenta con Facebook o con la tua Email